Mastopessi

La Mastopessi è l’intervento che si propone come obiettivo quello di rimodellare e “alzare” le mammelle ptosiche. Questo intervento può associarsi anche a l’aumento di volume delle mammelle oppure essere eseguito senza apportare modifiche in termini di volume

All’intervento chirurgico residuano inevitabilmente delle cicatrici cutanee di diversa estensione e localizzazione a seconda della tecnica usata e a seconda del difetto da correggere. Ad ogni modo le cicatrici sono facilmente occultabili da un comune reggiseno. Queste cicatrici possono essere:

Periareolari, se la tecnica usata è la Round-Block (la cicatrice è solo intorno all’areola)
Periareolari e a “T” invertita: se è necessaria la tecnica classica (perché la mammella è troppo scesa). In questo caso oltre la cicatrice intorno all’areola, ci saranno altre due cicatrici, una verticale (col tempo sembrerà una smagliatura) e l’altra orizzontale (posta sotto il solco della mammella).
Eventuali smagliature presenti sul decolleté non saranno migliorate poiché l’intervento non si propone come scopo quello di eliminare le smagliature (cosa impossibile tra l’altro!).

Il tipo di anestesia, i tempi di degenza e la frequenza delle medicazioni variano da caso a caso. Il risultato è da subito generalmente soddisfacente e di solito suscettibile di ulteriori miglioramenti nei mesi successivi. Ad ogni modo il risultato finale è a sei mesi. Per le cicatrici il tempo si allunga ma è dipendente strettamente dalla biologia individuale delle pazienti.

PRE-INTERVENTO

Diventa fondamentale ed indispensabile seguire i consigli del Dott. Erminio Mastroluca, in particolare si ricorda che:

E’ necessario non assumere aspirina, né farmaci anticoagulanti per 10 giorni prima dell’intervento chirurgico programmato (Alka Seltzer, Ascriptin, Aspirina, Bufferin, Cemerit, Vivin C, ecc.).
Eseguire un prelievo ematico per la valutazione di parametri emato-chimici indispensabili per l’intervento stesso con una attenta visita cardiologica accompagnata da un elettrocardiogramma.
Premunirsi di avere un accompagnatore e una presenza domiciliare nell’immediato post operatorio.
non usare reggiseni con ferretti nel post operatorio fino a nuovo consiglio del chirurgo
Procurarsi un reggiseno contenitivo senza ferretti e cuciture della taglia pattuita con il chirurgo

POST-INTERVENTO

Il giorno dopo l’intervento chirurgico il paziente può lamentare un fastidio facilmente controllabile con comuni analgesici.
Può esserci una difficoltà a passare dalla posizione eretta a quella assisa per circa una settimana.
Un aumento della temperatura corporea può essere normale
Blocco della peristalsi, quindi, difficoltà all’evacuazione per i primi 2-3 giorni
Impossibilità ad alzare le braccia nei primi 10-15 giorni
Ripresa dell’attività sessuale dopo circa 15 giorni
Ripresa dell’attività sportiva dopo 2 mesi circa

POSSIBILI COMPLICANZE

Ogni intervento chirurgico può avere delle complicanze. Nel caso della mastoplastica additiva, le complicanze più frequenti sono:
Ematomi e lividi
Infezione protesica (se si utilizza una protesi mammaria per aumentare il volume) e contrattura della stessa con possibile risalita della protesi o sua rotazione
Perdita della sensibilità temporanea o permanente
Infezione della cicatrice
Cicatrice patologica (cheloide, cicatrice ipertrofiche o atrofiche)
Necessità di re-intervento
Sieromi che necessitano di essere drenati con una siringa e/o con intervento chirurgico

LA VIGILIA DELL’INTERVENTO

Praticare un accurato bagno di pulizia completo, con uno scrub per eliminare le cellule morte e lavare i capelli; rimuovere lo smalto dalle unghie delle mani e dei piedi;
struccare accuratamente tutto il viso
Depilarsi le ascelle
Evitare di mettere creme o altri unguenti sul corpo
Prendere l’antibioticoterapia consigliata dal dottor Mastroluca
Non assumere cibi né bevande a partire dalla mezzanotte
Preparare una valigia con un indumento da notte completamente apribile sul davanti, delle pantofole e uno slip in cotone
Presentarsi il giorno dell’intervento vestita/o comoda/o, preferibili camicie o maglie aperte sul davanti e scarpe basse
Portare la tessera sanitaria e un documento di identità il giorno dell’intervento chirurgico

DOPO L’INTERVENTO

Alla dimissione farsi accompagnare a casa in automobile.
Dormire con due o più cuscini a pancia in su
Seguire la terapia prescritta per ridurre al minimo alcune delle complicanze prescritte
Dopo 3-4 giorni rimozione dei drenaggi insieme con il corpetto elastocompressivo
Evitare per almeno un mese l’esposizione diretta al sole
Presentarsi ai controlli stabiliti con il Dott. Mastroluca e al minimo dubbio contattarlo senza esitazioni.

Interventi realizzati dal Dott. Erminio
Mastroluca
. E’ severamente vietata
la riproduzione delle immagini.

Guarda il video dell'intervento

Cliccando INVIA si acconsente al trattamento dei dati personali. Clicca qui per leggere l’informativa sulla privacy

Inserisci il tuo nome e cognome

La tua email

Il tuo telefono

Il tuo messaggio

Acconsento al trattamento dati personali