Ginecomastia

Ginecomastia

FAQ

Quale tipo di intervento viene eseguito per questa patologia?
Bisogna capire che tipologia di ginecomastia ci troviamo di fronte. Se parliamo di ginecomastia falsa data da un eccesso di adipe nella regione pettorale, l’intervento di scelta è una lipo scultura; se invece parliamo di una ginecomastia vera che è caratterizzata dalla presenza della ghiandola mammaria nell’uomo, l’intervento necessario per la risoluzione  del problema è l’adenectomia associata alla liposcultura per scolpire la regione pettorale nel migliore dei modi.

Quali sono i rischi maggiori legati all’intervento di ginecomastia?
Sono paragonabili a quelli chirurgici generali: ematoma, sieroma, cattiva cicatrizzazione e non da ultimo un risultato finale non ottimale soprattutto se eseguito da mani non esperte.

Come si svolge il post operatorio?
L’intervento viene eseguito, generalmente, in regime di Day hospital. Al termine della degenza il paziente viene dimesso con una terapia domiciliare e con l’invito a non togliere la guaina elastocompressiva che viene fatta indossare al paziente subito dopo l’intervento chirurgico. Generalmente la guaina elastocompressiva viene fatta indossare per circa 1 mese.

Le cicatrici sono visibili?
Difficile rispondere in maniera netta. La cicatrizzazione dipende da molti fattori prima fra tutti una biologia individuale del paziente non predittiva. Ad ogni modo generalmente le cicatrici non sono visibili.